All posts by Veronica Nicosia

Meteo, weekend di caldo africano: massime fino a 40 gradi e rischio piogge

Meteo, caldo africano dal weekend del 13 luglio: massime fino a 40 gradi

Meteo, weekend di caldo africano: massime fino a 40 gradi e rischio piogge (Foto Ansa)

ROMA – Una nuova ondata di caldo africano è in arrivo sull’Italia, soprattutto al centro e al sud, da venerdì 13 luglio e porterà le massime con picchi fino a 40 gradi, soprattutto tra Sardegna e Sicilia. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il caldo intenso potrebbe però dare vita anche a rovesci e temporali, soprattutto al nord e sulle Alpi, doe resta una situazione meteo instabile.

Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, scrive che una massa d’aria molto calda è in arrivo dal Sahara nel corso della giornata di venerdì, con rialzo delle temperature. Al nord Italia le massime si aggireranno poco sopra dei 30 gradi, mentre al centro e al sud si potranno raggiungere anche i 40 gradi. Le città più calde saranno quelle in Toscana, Lazio, Puglia e soprattutto sulle isole maggiori.

Si tratta comunque di un’alta pressione dalla vita breve, dato che già da domenica a partire dal nord arriverà una corrente fredda che spazzerà via l’anticiclone africano, portando temperature più fresche e con esse anche piogge e temporali.

L’articolo Meteo, weekend di caldo africano: massime fino a 40 gradi e rischio piogge sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Taglio vitalizi approvato alla Camera. M5s esulta: “Bellissimo regalo agli italiani”

Taglio dei vitalizi alla Camera: M5s festeggia a Montecitorio

Taglio vitalizi approvato alla Camera. M5s esulta: “Bellissimo regalo agli italiani”

ROMA – Il taglio dei vitalizi è stato approvato alla Camera dei deputati il 12 luglio e sarà effettivo per gli ex parlamentari a partire dal 1° gennaio 2019, invece del 1° novembre 2018 come inizialmente annunciato. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’ufficio della Presidenza ha accolto la delibera del presidente Roberto Fico e M5s ha esultato, portando palloncini gialli e bottiglie di champagne in piazza Montecitorio. Luigi Di Maio, vicepremier e leader di M5s, ha commentato: “Adesso tocca al Senato”.

Il senatore M5s Gianluca Castaldi in una nota commenta: “Il regalo più bello che potevamo fare agli italiani nei primi 100 giorni di governo è quello tagliare per sempre gli inutili costi della politica. E lo facciamo concretamente, partendo dai vitalizi, privilegi senza capo né coda. La musica è cambiata e lo stiamo facendo capire sin dalle prime “note”. Bye bye, vitalizi!”.

L’abolizione de vitalizi è stata festeggiata davanti al parlamento, dove si sono riuniti i sostenitori di M5s tra cui il vice capogruppo alla Camera Francesco Silvestri, che ha commentato: “Stiamo cancellando un privilegio non un diritto e quando si fa qualcosa per le persone è giusto festeggiare”.

L’articolo Taglio vitalizi approvato alla Camera. M5s esulta: “Bellissimo regalo agli italiani” sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Nave Diciotti in porto a Trapani, Salvini non autorizza lo sbarco: “Chi lo fa si assume la responsabilità”

Nave Diciotti in porto a Trapani, Salvini non autorizza sbarco

Nave Diciotti in porto a Trapani, Salvini non autorizza lo sbarco: “Chi lo fa si assume la responsabilità”

TRAPANI – La nave Diciotti della Guardia Costiera con a bordo 67 migranti soccorsi 4 giorni fa dal cargo Vos Thalassa è entrata nel porto di Trapani il 12 luglio. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il ministro dell’Interno Matteo Salvini però ha negato l’autorizzazione per lo sbarco: “Chi lo fa si assume la responsabilità”, ha dichiarato sottolineando che “chi ha mentito deve pagare”.

Salvini infatti non ha alcuna intenzione di farli sbarcare se prima non sarà chiarita la vicenda delle presunte aggressioni agli armatori da parte di alcuni dei migranti soccorsi.

La nave Vos Thalassa ha consegnato i migranti alla Guardia Costiera italiana denunciando di aver subito aggressioni e minacce da alcuni di loro mentre faceva rotta per riportarli in Libia. La Procura ha aperto un fascicolo nei confronti di due migranti, un ghanese e un sudanese, che sono a bordo della nave Diciotti con le ipotesi di reato di impossessamento di nave, minacce e violenza. Il rapporto non è stato ancora consegnato alla Procura che dovrà decidere se e quali provvedimenti.

Per questo motivo anche se la nave è arrivata nel porto italiano, Salvini ha deciso di impedire lo sbarco delle persone a bordo: “Io non voglio farmi prendere in giro. Finché non c’è chiarezza su quanto accaduto io non autorizzo nessuno a scendere dalla Diciotti: se qualcuno lo fa al mio posto se ne assumerà la responsabilità. O hanno mentito gli armatori denunciando aggressioni che non ci sono state e allora devono pagare o l’aggressione c’è stata e allora i responsabili devono andare in galera”.

Il ministro dell’Interno ha sottolineato che in Procura c’è un dibattito sulla vicenda e di non avere alcuna fretta di farli sbarcare: “Servirà tutto il tempo necessario, chi deve decidere ha il tempo per decidere, ha tutti gli elementi per farlo. In procura stanno lavorando, attendiamo gli esiti, io non faccio il giudice o il poliziotto, non ho interrogato nessuno, faccio il ministro e cerco di far rispettare l’ordine pubblico. Se ci sono violenti vanno in galera e non in albergo se non ci sono violenti perché qualcuno ha mentito questo qualcuno ne pagherà le conseguenze”.

L’articolo Nave Diciotti in porto a Trapani, Salvini non autorizza lo sbarco: “Chi lo fa si assume la responsabilità” sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Roma, maniaco a San Giovanni: “Pugni ai passanti, si tocca davanti alle bambine”

Roma, maniaco picchia passanti e molesta ragazzine a San Giovanni

Roma, maniaco a San Giovanni: “Pugni ai passanti, si tocca davanti alle bambine”

ROMA – Un maniaco sta scatenando il panico nel quartiere San Giovanni a Roma. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’uomo, che gira da due anni per le vie del quartiere vestito trasandato, in diverse occasioni ha aggredito senza motivo le persone in strada prendendole a pugni. Le mamme preoccupate hanno segnalato che l’uomo si è anche spogliato e toccato davanti a delle bambine che erano in strada.

Il sito Leggo scrive che il maniaco terrorizza i residenti del quartiere. Si tratta di un uomo alto circa un metro e ottanta, barba incolta e pochi capelli che passeggia per le strade e dal comportamento aggressivo in crescita. Prima gridava nella notte e danneggiava le auto in sosta, poi ha iniziato ad aggredire a pugni e senza motivo le persone che uscivano da bar o negozi.

Ora si aggiungono episodi a sfondo sessuale. Una donna ha raccontato al sito di Roma Today che l’uomo si è spogliato davanti alla figlia di 12 anni e a una sua amica e ha toccarsi. Un episodio che si è ripetuto più volte e i residenti lo hanno denunciato alle forze dell’ordine. L’uomo è stato fermato in diverse occasioni, ma è stato poi rilasciato e ora il quartiere ha creato un gruppo WhatsApp per scambiarsi segnalazioni e stanno organizzando una petizione per chiedere il Daspo urbano.

L’articolo Roma, maniaco a San Giovanni: “Pugni ai passanti, si tocca davanti alle bambine” sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Dl Palagiustizia Bari, bagarre alla Camera: volano anche ceffoni

Camera, scontri su dl palagiustizia Bari: volano ceffoni

Dl Palagiustizia Bari, scontro alla Camera: volano anche ceffoni

ROMA – Seduta sospesa durante l’esame del dl palagiustizia Bari alla Camera la mattina del 12 luglio, quando tra alcuni deputati sono volati anche dei ceffoni. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Questa la decisione del presidente Roberto Fico per placare animi e tensioni nate prima tra i deputati Pd e quelli M5s, ma concluse a colpi di ceffoni tra altri colleghi di Fdi e Lega.

Dopo le bagarre i deputati Pd hanno iniziato a gridare “Dimissioni”. Il sottosegretario Vittorio Ferraresi aveva appena iniziato a parlare, sostenendo di aver “sentito in quest’Aula delle inesattezze gravi, alcune anche con peso penale di cui ciascuno si assume la responsabilità”. Parole che hanno scatenato la reazione dell’opposizione. Emanuele Fiano del Pd chiede a Fico di “richiamare formalmente il sottosegretario che ha minacciato i deputati. Lui non è qui a fare il Pm, e non ha il diritto di minacciare”.

Nel frattempo, però, parte una bagarre a destra, tra deputati di Fdi e della Lega. Fico richiama Marco Silvestroni (Fdi) e un altro deputato, intervengono i commessi a sedare la rissa. Volano schiaffi e pugni e alla fine la seduta viene sospesa.

L’articolo Dl Palagiustizia Bari, bagarre alla Camera: volano anche ceffoni sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Anziani al volante, una nuova assicurazione per gli over 65

Anziani al volante, arriva assicurazione SerenEtà di Sara

Anziani al volante, una nuova assicurazione per gli over 65

ROMA – Grande uso dell’automobile, età elevata, con una notevole concentrazione al nord: è questa la fotografia degli anziani al volante appena “scattata” dal Lab SerenEtà, il laboratorio con il quale Sara Assicurazioni studia i comportamenti e le preferenze degli over 65. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La Compagnia assicuratrice ufficiale dell’ACI ha, infatti, lanciato la prima polizza dedicata alle “patenti grigie”, premiata nell’ambito degli Italy Protection Awards (i riconoscimenti vanno ogni anno alle eccellenze in campo assicurativo).

Una polizza – battezzata appunto SerenEtà – che associa la protezione assicurativa in caso di truffe e infortuni a una serie di servizi che hanno l’obiettivo  di combattere la solitudine degli anziani. Ed è proprio per realizzare questa particolarissima polizza che sono stati fatti – attraverso il Lab SerenEtà – accurati  studi statistici, ora a disposizione del grande pubblico.

La ricerca, effettuata su un campione di 400 assicurati (quindi significativo perché riferito a clienti “attivi”) scopre che di questi 258 guidano e 70 non guidano (72 non rispondono). Interessante anche l’analisi sulla regolarità di guida: il 74,5% guida tutti i giorni, il 20,5% spesso e solo il 5% raramente. Quindi automobilisti ancora molto presenti sulle strade. E questo nonostante un’età importante il 32,6 % dei clienti interpellati ha tra i 65 e i 70 anni, ma ben il 49,2 % tra i 70 e gli 80 anni e addirittura il 18,2 % oltre 80. Il tutto con una forte provenienza settentrionale.

La polizza anti solitudine SerenEtà è stata sviluppata nell’ambito del primo esperimento di Open Innovation di Sara Assicurazioni, con il supporto del “Lab”. “SerenEtà – ha spiegato il Direttore Generale di Sara Alberto Tosti – è un bundle che coniuga la copertura assicurativa a un pacchetto di servizi a valore, sviluppato secondo la logica di una conciergerie in grado di assistere il cliente su una serie di servizi. E’ quindi una polizza che va oltre la polizza. E’ una soluzione unica: nessuno oggi in Italia offre un prodotto assicurativo dedicato alla fascia di età 65/85, a cui viene associata una componente di servizio particolarmente interessante, a un prezzo assolutamente accessibile. In sintesi – ha concluso Tosti – un prodotto che ben si colloca nell’ambito della nostra strategia di diversificazione dall’auto con modalità innovative anche in ambito sociale, contando sulla professionalità della nostra rete di agenti, che si conferma prezioso canale di intermediazione con la clientela”.

Per Marco Brachini, Direttore Marketing della Compagnia, SerenEtà è “l’unica assicurazione che con 130 euro l’anno sostiene gli anziani nella vita quotidiana. Si tratta del primo prodotto che la Compagnia dedica a un target ampio e specifico di 13,5 milioni” di cittadini”.

L’articolo Anziani al volante, una nuova assicurazione per gli over 65 sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Treno a idrogeno, si può fare: emissioni zero per Coradia iLint

Treno a idrogeno, Coradia iLint viaggia a emissioni zero

Treno a idrogeno, si può fare: zero emissioni per Coradia iLint

ROMA – Il primo treno a idrogeno del mondo entra in funzione in Germania. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Si chiama Coradia iLint, è stato progettato e realizzato dalla società Alstom e soprattutto è il primo a emissioni zero. Il treno inizierà il primo servizio passeggeri in Bassa Sassonia dopo aver ottenuto l’approvazione dall’Autorità ferroviaria tedesca, Eba.

Il progetto per un treno a emissioni zero è nato nel novembre 2007, da un contratto siglato proprio tra Alstom e l’autorità locale per il trasporto della Bassa Sassonia per la fornitura di 14 treni a celle a combustibile idrogeno e la relativa manutenzione per 30 anni. I treni sono destinati al servizio passeggeri tra le località di Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehude da dicembre 2021.

L’Alstom ha realizzato due prototipi di Coradia iLint. Quello che a partire dalla tarda estate entrerà in funzione è alimentato da celle a combustibile idrogeno che producono energia elettrica per trazione, dunque è un mezzo a zero emissioni, ha livelli di rumore minori e l’unico scarico è costituito dal vapore acqueo e da acqua di condensa.

Si tratta di un progetto innovativo perché sfrutta la conversione di energia pulita, offre la possibilità di immagazzinare l’energia nelle batterie e una gestione intelligente dell’energia di trazione e di altra energia a disposizione. Il Coradia iLint è stato progettato specificamente per le linee non elettrificate, in modo da essere amico dell’ambiente ma non perdere in performance.

Il segretario di stato tedesco Enak Ferlemann dopo la consegna del certificato di omologazione ad Alstom ha commentato: “Un primato in Germania: con l’approvazione dell’Autorità ferroviaria tedesca – dice Ferlemann – arriva sui binari il primo treno passeggeri con tecnologia a celle a combustibile. Questo è un forte segnale di mobilità del futuro. L’idrogeno è una reale alternativa al diesel, è efficiente e a basse emissioni. Soprattutto sulle linee secondarie, dove le linee aeree di contatto non sono economiche o non ancora disponibili, questi treni sono un’opzione pulita ed ecologica. Ecco perché supportiamo e vogliamo far emergere questa tecnologia”.

Anche la Alstom ha commentato il risultato raggiunto: “Questa approvazione  è un momento cruciale per il Coradia iLint e un passo decisivo verso una mobilità pulita e orientata al futuro. Alstom è profondamente orgogliosa di questo treno regionale alimentato a idrogeno, che rappresenta una rivoluzione nella mobilità a emissioni zero e che ora entrerà in servizio regolare”.

 

L’articolo Treno a idrogeno, si può fare: emissioni zero per Coradia iLint sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Brexit, minaccia May: “Basta agli europei da noi in cerca di lavoro”

Brexit, May annuncia stop a europei in cerca di lavoro in Gb

Brexit, pugno duro di May: “Stop agli europei in cerca di lavoro”

BRUXELLES – Theresa May annuncia una linea dura per la Brexit e sottolinea la fine della libertà di movimento in Gran Bretagna. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Dopo il vertice di Bruxelles e la perdita di due ministri del suo governo, che sembra in bilico, la May da Facebook tuona: “Stop agli europei in cerca di lavoro”.

Dalla sua pagina Facebook, la premier inglese ha presentato il piano elaborato dal suo governo per l’uscita dall’Unione europea: “Significa la fine della libertà di movimento? Potremo siglare i nostri propri accordi commerciali? E il Regno unito sarà al di fuori della giurisdizione della Corte europea? Sono lieta di dire che le risposte sono molto semplici: sì, sì e sì”.

La May ha poi aggiunto: “Non sarà più permesso alle persone di arrivare dall’Europa nella remota possibilità che possano trovare un lavoro. Accoglieremo sempre i professionisti qualificati che aiutano la nostra economia a prosperare, dai dottori alle infermiere, agli ingegneri e agli imprenditori ma, per la prima volta da decenni, avremo il pieno controllo dei nostri confini”.

L’articolo Brexit, minaccia May: “Basta agli europei da noi in cerca di lavoro” sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Dido Sacchettoni, morto il giornalista e inviato del Messaggero

Dido Sacchettoni morto a 82 anni: ex giornalista e inviato Messaggero

Dido Sacchettoni, morto il giornalista e inviato del Messaggero

ROMA – Dido Sacchettoni è morto a 82 anni. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il giornalista e storico inviato del Messaggero era nato ad Ancona e si chiamava Aleardo, ma tutti lo conoscevano come Dido.

Sacchettoni è stato un cronista non solo del Messaggero, ma ha lavorato anche per Paese Sera e repubblica. Autore di libri, è noto per “Le notti di Arancia meccanica”, da cui il regista Claudio Calegari ha tratto il film “L’odore della notte”, ritenuto di culto per gli appassionati di cinema. Il Sindacato cronisti romani abbraccia la moglie Cristina e la figlia Ilaria, giornalista del Corriere della Sera.

L’articolo Dido Sacchettoni, morto il giornalista e inviato del Messaggero sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Sanremo, albero crolla su via Aurelia: vigili del fuoco lo rimuovono

Sanremo, ramo di albero secolare crolla in strada: auto e scooter distrutti

Sanremo, albero crolla su via Aurelia: auto e scooter distrutti

GENOVA – Il ramo di un albero di magnolia secolare è caduto su una sezione di via Aurelia a Sanremo e i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per rimuoverlo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] A cedere l’11 luglio è stato il grosso ramo della pianta secolare, che ha travolto moto e auto in sosta senza fortunatamente provocare feriti.

Il bilancio del crollo è stato di due auto e diversi scooter danneggiati o totalmente distrutti, ma nonostante l’albero sia caduto su un tratto centrale e molto trafficato, sia da pedoni che da automobilisti, nessuno è rimasto ferito

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia e il personale del 118. Inoltre l’incidente ha provocato il distacco della linea elettrica che alimenta i filobus della tratta Ventimiglia-Sanremo. I vigili del fuoco hanno segato pezzo per pezzo il grosso ramo e lo hanno rimosso dalla strada, mettendo in sicurezza anche il tronco secolare da cui si è staccato.

L’articolo Sanremo, albero crolla su via Aurelia: vigili del fuoco lo rimuovono sembra essere il primo su Blitz quotidiano.