Otello contemporaneo fra gelosia e tradimento, in uno scenario di guerra

Non è semplicemente uno «spettacolo d’opera» l’Otello di Verdi che inaugura la prima stagione del teatro San Carlo sotto la guida di Stéphane Lissner, nuovo sovrintendente. È un’esperienza assai più complessa e ricca per lo spettatore, grazie alla regia di Mario Martone, che può contare su grandi interpreti e sul lavoro scenografico di Margherita Palli. Al pubblico potrà infatti capitare di commuoversi, come oggi non accade spesso a teatro, e ricordare e fantasticare, e forse anche «riflettere». Perché quella che … Continua

L’articolo Otello contemporaneo fra gelosia e tradimento, in uno scenario di guerra proviene da il manifesto.