All posts by apelagatti

Trump snobba la finale del Mondiale Femminile con gli Stati Uniti, manderà la vicesegretaria

Trump snobba la finale del Mondiale Femminile con gli Stati Uniti, manderà la vicesegretaria

Trump snobba la finale del Mondiale Femminile con gli Stati Uniti, manderà la vicesegretaria. Foto EPA/MICHAEL REYNOLDS

LIONE – Donald Trump ‘snobba’ la finale dei Mondiali di calcio femminile, a Lione, dove la Nazionale femminile statunitense si giocherà la finale dei Mondiali di calcio. La delegazione annunciata oggi dalla Casa Bianca è di basso profilo e sarà guidata dalla vicesegretaria al commercio Karen Dunn Kelley.

La precedente delegazione alla finale del 2015 (Usa-Giappone), sotto l’amministrazione Obama, era invece guidata dal vicepresidente Joe Biden, accompagnato dalla moglie Jill. L’annuncio odierno arriva in seguito allo scontro fra il presidente e la capitana della squadra statunitense, Megan Rapinoe, dopo che quest’ultima si è rifiutata per protesta di cantare l’inno statunitense e di andare alla Casa Bianca.

Donald Trump ha un rapporto conflittuale con le stelle dello sport. Dopo gli screzi con LeBron James, ecco quelli con le ragazze della Nazionale Femminile di calcio (fonte Ansa). 

Stati Uniti eliminano Inghilterra ma Alex Morgan finisce nella bufera. 

La Nazionale Femminile di calcio degli Stati Uniti batte l’Inghilterra e vola  in finale mondiale, dove ad attenderla ci sarà una tra Olanda e Svezia. A macchiare la vittoria però c’è stata un’esultanza, quella del capitano Usa Alex Morgan, che non è andata giù alle inglesi.

La Morgan, capitano degli Stati Uniti, segna il gol del definitivo 2-1. Una rete che merita un’esultanza particolare. La numero 13 infatti ha mimato di bere un’immaginaria tazza di tè, con tanto di mignolo alzato. Un gesto provocatorio secondo la stampa inglese. Per i sudditi della Corona, il tè delle 17 è una delle tradizioni più ancorate del Paese.

A tornare sulla vicenda ci ha pensato Lianne Sanderson, nazionale inglese e calciatrice della Juventus, che, come ospite per beIN Sports, ha commentato: “Può celebrare come vuole, ma per me quanto visto è sgradevole, non ce n’era bisogno. Mi aspettavo che potesse segnare, ma non che potesse esultare così. Amiamo il nostro tè in Inghilterra, è ciò per cui siamo conosciuti, perciò credo sia un gesto sgradevole”. 

L’articolo Trump snobba la finale del Mondiale Femminile con gli Stati Uniti, manderà la vicesegretaria sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Roma, Strootman potrebbe tornare. Si lavora allo scambio con Nzonzi

Roma, Strootman potrebbe tornare. Si lavora allo scambio con Nzonzi

Roma, Strootman potrebbe tornare. Si lavora allo scambio con Nzonzi (ANSA/AP Photo/Gregorio Borgia)

ROMA – Durante il mercato estivo tutto è possibile. Possono concretizzarsi anche dei ritorni clamorosi che fino a poco tempo fa sembravano solamente fantacalcio. E così, dopo il ritorno di Buffon alla Juventus, e la trattativa tra bianconeri e United per riportare alla base anche Pogba, ecco il possibile ritorno di Kevin Strootman a Trigoria. 

Kevin Strootman è stato ceduto dalla Roma per sistemare il bilancio e ha deciso di accettare i corteggiamenti del Marsiglia per tornare con il suo vecchio allenatore Rudi Garcia. Dopo un anno, è cambiato praticamente tutto. 

Rudi Garcia non  è più l’allenatore del Marsiglia e l’olandese si sente come un pesce fuor d’acqua. Anche perché il suo rendimento in Francia è stato pessimo e per colpa delle sue prestazioni, Kevin Strootman ha perso anche il posto da titolare nella Nazionale Olandese. 

Tra i protagonisti della rinascita dell’Olanda non c’e’ Strootman. La Nazionale Olandese è arrivata seconda nell’ultima Nations League arrendendosi solamente al Portogallo di Cristiano Ronaldo. 

Insomma Strootman potrebbe tornare a Roma perché sarebbe stato richiesto dal tecnico portoghese Fonseca. Il nuovo allenatore dei giallorossi è rimasto impressionato dall’olandese nell’ultimo confronto tra la sua vecchia squadra e la Roma in Champions League. In quella circostanza, la Roma passò il turno qualificandosi per i quarti di finale della massima competizione europea per club. 

Strootman potrebbe tornare alla Roma sia in prestito, che a titolo definitivo, che attraverso uno scambio con un centrocampista in uscita come Steven Nzonzi.

L’ex centrocampista del Siviglia sta forzando la mano per tornare a giocare in Francia. In un primo momento, Nzonzi avrebbe voluto trasferirsi al Lione ma l’OL non sarebbe disposto ad accontentarlo sull’ingaggio. 

Il Marsiglia invece, privandosi di Strootman, avrebbe le potenzialità economiche per accontentare Steven Nzonzi. La trattativa potrebbe andare in porto perché entrambe le società sarebbero favorevoli a questo scambio. 

L’articolo Roma, Strootman potrebbe tornare. Si lavora allo scambio con Nzonzi sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Icardi-Juventus: gli incontri tra Wanda Nara e Paratici sono il giallo dell’estate

Icardi-Juventus: gli incontri tra Wanda Nara e Paratici sono il giallo dell'estate

Icardi-Juventus: gli incontri tra Wanda Nara e Paratici sono il giallo dell’estate. Foto ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

MILANO – Mauro Icardi è stato convocato dall’Inter per il ritiro precampionato ma i nerazzurri gli hanno già fatto sapere che non rientra nei piani tecnici di Antonio Conte. L’Inter ha dato mandato al suo agente, Wanda Nara, di trovargli una nuova squadra. Icardi è in uscita e si fanno sempre più fitti i contatti tra la Juventus e Wanda Nara. 

La famiglia Icardi ha trascorso qualche giorno di vacanza a Ibiza. Nel loro stesso hotel c’era il dirigente della Juventus Paratici. Gli addetti ai lavori giurano sul fatto che non si trattasse di una coincidenza. Paratici era lì per parlare con la Nara lontano da sguardi indiscreti. 

Ma l’incontro di Ibiza non sarebbe stato l’unico tra la Nara e Paratici. Prima di partire per la Sardegna, Wanda Nara avrebbe incontrato Paratici anche a Milano. Guarda caso, sia Wanda che Paratici si trovavano a Milano contemporaneamente. 

I media sono divisi su questo argomento. Secondo Il Corriere dello Sport, Wanda Nara e Paratici non si sarebbero incontrati, mentre La Gazzetta dello Sport è più possibilista da questo punto di vista e cita alcune fonti che sarebbero venute a conoscenza di un loro incontro segreto. 

Insomma, più indizi fanno una prova. Icardi potrebbe andare alla Juventus ed i bianconeri sarebbero disposti ad accoglierlo volentieri ma alle loro condizioni. Ed è proprio questo il problema principale. 

A giugno, le due società hanno cercato di sbarazzarsi dei calciatori in uscita intavolando una trattativa per lo scambio tra Mauro Icardi e Paulo Dybala ma questo tentativo è andato a vuoto perché i due club hanno discusso animatamente sulle valutazioni dei cartellini dei due calciatori. 

L’unica certezza è che sia Icardi che Dybala sono reduci da una stagione da dimenticare. Icardi non è stato convocato nemmeno per la Coppa America. Dybala ha preso parte alla spedizione dell’Argentina ma non ha giocato quasi mai. Il prezzo dei loro cartellini si è dimezzato, forse è sceso anche di più.

La cosa più logica sarebbe stata uno scambio alla pari ma entrambe hanno rifiutato categoricamente. Tutte e due le società volevano guadagnarci qualcosa. Al momento la situazione è in una fase di stallo ma gli incontri tra Wanda e Paratici, sempre che ci siano stati, potrebbero sbloccarla. 

L’articolo Icardi-Juventus: gli incontri tra Wanda Nara e Paratici sono il giallo dell’estate sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

AnneKee Molenaar, la fidanzata di De Ligt incanta i tifosi della Juventus

AnneKee Molenaar

AnneKee Molenaar con De Ligt alle Bahamas (foto Instagram)

TORINO – In attesa di festeggiare l’arrivo del baby campione olandese De Ligt, i tifosi della Juventus si concentrano sulla sua meravigliosa fidanzata AnneKee Molenaar. La Molenaar è una delle modelle più belle del mondo ed è anche una influencer grazie ai moltissimi follower che vanta sui social network. 

AnneKee Molenaar è seguita da 186mila follower su Instagram, i suoi post in compagnia di De Ligt sono quelli più gettonati. La foto con lei e De Ligt alle Bahamas, nella famosissima “Pig Beach”, ha raccolto quasi 56mila like con ben 1800 commenti. Insieme formano una delle coppie più amate e più seguite su Instagram.

Nonostante il forte inserimento del Barcellona, alla fine De Ligt dovrebbe trasferirsi alla Juventus perché i bianconeri si sono mossi prima e meglio degli avversari. La Juve dovrebbe prenderlo per cifre veramente alte per un difensore centrale. 

All’Ajax dovrebbero andare circa settanta milioni di euro, mentre il calciatore dovrebbe percepire uno stipendio monstre (si parla di 13 o 15 milioni di euro a stagione). La Juventus vanta ottimi rapporti con l’agente dell’olandese Mino Raiola e l’affare dovrebbe andare in porto nei prossimi giorni. 

L’affare non è ancora stato definito del tutto perché ovviamente ballano cifre molto importanti per un calciatore che ha appena 19 anni ma la Juve vuole prenderlo sia per svecchiare la difesa, sia per garantirsi un futuro roseo in quella zona del campo. 

Barzagli ha smesso di giocare a calcio, Chiellini è molto avanti negli anni, Bonucci potrebbe anche essere ceduto al Paris Saint Germain per rientrare di qualche milione di euro, Demiral è un giovane di sicuro avvenire ma non è ancora pronto per fare il titolare nella Juventus, così come Rugani anche se negli ultimi anni ha fatto notevoli passi in avanti. 

Intanto domani la Juventus ufficializzerà il ritorno di Gigi Buffon. Per il portiere, si tratta dell’ultimo anno da calciatore professionista. Dalla stagione successiva, sarà un dirigente della Juventus. 

L’articolo AnneKee Molenaar, la fidanzata di De Ligt incanta i tifosi della Juventus sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Real Madrid esagerato, ha già speso 303 milioni sul mercato

Real Madrid esagerato, ha già speso 303 milioni sul mercato

Real Madrid esagerato, ha già speso 303 milioni sul mercato. Foto EPA/Rodrigo Jimenez

MADRID – Come dimenticare l’annata da incubo dello scorso anno? Spendendo tantissimi soldi sul mercato per acquistare tutti i calciatori più forti che sono comprabili. Così il Real Madrid ha già speso 303 milioni di euro mettendo sotto contratto Hazard (100 milioni), Jovic (60), Eder Militão (50), Mendy (48) e Rodrygo (45).

In attesa dell’affare De Ligt-Juventus, senza dubbio il passaggio di Eden Hazard dal Chelsea al Real Madrid è stato il colpo dell’estate. Hazard ha deciso l’ultima finale di Europa League con una doppietta e a Madrid dovrà raccogliere la pesantissima eredità lasciata da Cristiano Ronaldo. Lo scorso anno, i blancos non sono stati in grado di sostituire Cr7 ed il campo lo ha ampiamente dimostrato. 

Hazard è un calciatore straordinario. Può essere impiegato in tutti i ruoli previsti per la fase offensiva. Può giocare come trequartista, può fare l’esterno d’attacco e può giocare anche da prima punta (il falso nove che va tanto di moda in Spagna).

Ma Hazard non è stato l’unico acquisto dei Blancos. Il Real Madrid ha preso un altro attaccante di valore, quel Jovic che ha eliminato l’Inter dall’Europa League dello scorso anno. L’ex attaccante dell’Eintracht Francoforte è costato la bellezza di sessanta milioni di euro. 

Il Real Madrid non ha pensato solamente al suo attacco, ha fatto investimenti pesanti anche per gli altri settori del campo. Dal Porto, per cinquanta milioni di euro, è arrivato il difensore centrale della Nazionale Brasiliana Eder Militão. Si tratta di un calciatore fortissimo che ha solamente 21 anni ma che gioca già da veterano del ruolo. 

Il mercato dei difensori del Real Madrid non si è chiuso con Militao. Dal Lione, è arrivato il Nazionale Francese Ferland Mendy per 48 milioni di euro. Si tratta di un difensore molto duttile che può essere impiegato in più posizioni. 

Infine, il Real Madrid ha battuto la concorrenza per prendere il giovane fenomeno brasiliano Rodrygo, ex ala del Santos e stellina del Brasile Under 20. In patria dicono che ha tutto per diventare il nuovo Neymar. 

L’articolo Real Madrid esagerato, ha già speso 303 milioni sul mercato sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

MotoGp Germania, streaming e diretta tv: dove vedere gran premio

MotoGp Germania, streaming e diretta tv: dove vedere gran premio

MotoGp Germania, streaming e diretta tv: dove vedere gran premio (ANSA/AP Photo/Rui Vieira)

ROMA – Nono appuntamento della stagione per la MotoGP, che arriva al Sachsenring per il Gran Premio di Germania, in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP (canale 208). Domenica 7 luglio la giornata di gare si apre alle 11 con la Moto3, poi la Moto2 alle 12.20 e la MotoGP alle 14 (con la possibilità di rivedere la top class sia alle 17.15 che alle 23.15). Tutto live anche su Sky Sport Uno e sul digitale terrestre al canale 472. Il gran premio di MotoGp verrà trasmesso anche in diretta streaming sull’app SkyGo.

Sarà un weekend straordinario per i motori: sempre su Sky Sport MotoGP, da non perdere la MotoGP Rookies Cup e la prima delle quattro tappe del campionato di MotoE (le altre saranno l’11 agosto in Austria, il 14/15 settembre a Misano e il 16/17 novembre a Valencia).

Guido Meda e Mauro Sanchini commentano le qualifiche delle moto elettriche in onda sabato alle 16 e la gara di domenica alle 10. Tutto questo mentre su Sky Sport Arena (canale 204) va in scena – da venerdì 5 luglio sempre in diretta – il Round di Gran Bretagna di Superbike. QUI la programmazione completa.

GIOVEDÌ A SPASSO CON I MITI – Domani, giovedì 4 luglio, alle 18.45, in onda lo speciale “A spasso coi miti!”: il recente raduno sul Lago d’Iseo tra i campioni del passato è al centro del programma, che vede protagonisti alcuni tra i più noti volti delle due ruote, da Giacomo Agostini a Ciro De Petri e Marco Lucchinelli. Tutti accompagnati dalle moto che hanno fatto la storia del Motomondiale o solcato i deserti della mitica Parigi – Dakar.

RUBRICHE E APPUNTAMENTI SPECIALI – Domenica, nel pre gara della MotoGP, l’emozione di girare sulla pista tedesca raccontata da Roberto Locatelli, che ci illustra i punti cruciali del circuito della Sassonia. Tornano: Grid, il racconto della mezz’ora di pre gara dalla postazione di commento e dalla griglia di partenza; Zona Rossa, il post gara con le prime analisi e le interviste a caldo; Ultimo Giro, con la possibilità di inviare da casa le domande via Twitter (@SkySportMotoGP) al team di Sky Sport MotoGP.

Sempre domenica, alle 19, in onda Race Anatomy, con Cristiana Buonamano e i suoi ospiti (Paolo Beltramo, Paolo Lorenzi e Luca Salvadori) per analizzare fatti e protagonisti di giornata e Sky Sport Tech e la realtà virtuale ad accompagnare il racconto (fonte Sky Sport). 

L’articolo MotoGp Germania, streaming e diretta tv: dove vedere gran premio sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Thomas Fabbiano, altra impresa a Wimbledon: dopo Tsitsipas, ha eliminato anche Karlovic

Thomas Fabbiano, altra impresa a Wimbledon: dopo Tsitsipas, ha eliminato anche Karlovic

Thomas Fabbiano, altra impresa a Wimbledon: dopo Tsitsipas, ha eliminato anche Karlovic (foto Ansa)

WIMBLEDON – Maratona vincente per Thomas Fabbiano, che batte il croato Ivo Karlovic e accede al terzo turno di Wimbledon. Il tennista azzurro ha vinto in cinque set l’incontro durato 3h06′, col punteggio di 6-3, 6-7 (6-8), 6-3, 6-7 (4-7), 6-4: decisivo il break nell’ultimo game, concluso ai vantaggi. Ora Fabbiano incontrera’ il vincente dell’incontro Edmund-Verdasco.

Nel turno precedente, l’impresa contro Tsitsipas.

I Championships, edizione 133, si aprono con l’impresa di Thomas Fabbiano, capace di imporsi al quinto set contro il Next Gen greco Stefanos Tsitsipas, favorito n.7 di Wimbledon. Un successo, quello del 30enne di Grottaglie, che riscatta una stagione fin qui avarissima di soddisfazioni. Solo cinque vittorie, in 15 match, con la classifica sgonfiatasi fino al n.89 Atp.

Settimana scorsa, però sull’erba di Eastbourne, Fabbiano aveva raggiunto la semifinale, ritrovando all’improvviso colpi e fiducia. Potere dell’erba, che ieri gli ha regalato il primo successo contro un Top 10 – 6-4, 3-6, 6-4, 6-7 (8), 6-3, in 3h22′ -. Un successo che vendica la netta sconfitta subita proprio dal greco, 12 mesi fa, su questi stessi prati. “Ho giocato un grande match, mi sono proprio divertito in campo – le parole di Fabbiano -. Dopo avere raggiunto la mia prima semifinale in carriera a Eastbourne, qui mi sono dimostrato di poter giocare a questi livelli. Sono fiero di quello che ho fatto”.

Alla terza apparizione nei Championships, Fabbiano ha dunque eliminato uno dei più attesi giocatori, capace di vincere più match di tutti nel 2019 (34 e 14 sconfitte), e di raggiungere la semifinale in Australia. “Ma la cosa di cui sono più orgoglioso, al di là della singola vittoria, è il percorso che mi ha portato fin qui. Ho lavorato duramente per arrivare a battere il n.6 del mondo”. 

Inconsolabile a fine match, il 20enne greco non ha cercato scuse. “Non avrei meritato di vincere, anzi non so come sia riuscito a trascinare il match al quinto set – le parole di Tsitsipas -. Rispetto all’anno scorso, Thomas è migliorato molto, soprattutto col dritto, e ha pienamente meritato. Complimenti a lui” (fonte Ansa). 

 

L’articolo Thomas Fabbiano, altra impresa a Wimbledon: dopo Tsitsipas, ha eliminato anche Karlovic sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Silvio Berlusconi show al parlamento europeo, autografa una maglia del Milan VIDEO

Silvio Berlusconi show al parlamento europeo, autografa una maglia del Milan VIDEO

Silvio Berlusconi show al parlamento europeo, autografa una maglia del Milan VIDEO

STRASBURGO – Show di Silvio Berlusconi al Parlamento Europeo a Strasburgo. Tra una discussione politica ed un’altra, non è mancato un siparietto calcistico. Silvio Berlusconi ha autografato una maglia del Milan al termine della seduta del Parlamento Europeo. Berlusconi non è più il presidente del Milan ma la sua passione per i colori rossoneri resta forte come in passato. Il video in fondo all’articolo. 

Le dichiarazioni rilasciate da Silvio Berlusconi a margine della seduta del Parlamento Europeo. 

 “Ci sono molti deputati che hanno voluto fare una foto con me e come al solito mi sono adeguato alle richieste”. Così Silvio Berlusconi conversando con i giornalisti all’uscita dell’emiciclo del Parlamento europeo a Strasburgo, riferendo dei saluti e delle reazioni degli altri colleghi europei. Berlusconi ha anche raccontato che un eurodeputato della Lega gli ha portato in aula una maglietta del Milan per farsela autografare.

“Sono stato accolto direi con affetto da parte di tutti i parlamentari del Ppe ma anche l’accoglienza di altri parlamentari è stata molto simpatica”, ha detto Berlusconi all’uscita dall’emiciclo nella giornata di apertura della plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo. “Sono felice di avere constatato che qui la mia voce sarà ascoltata con rispetto e ci potrà essere l’occasione di interventi per difendere gli interessi dell’Italia e degli italiani”, ha aggiunto.

 “Non siamo soddisfatti” della scelta delle cariche al vertice dell’Ue che include David Sassoli alla presidenza del Parlamento Ue”, che “è scaturita, come ha detto Macron, da un accordo tra Germania e Francia che ha dato vita a un pacchetto compromissorio”. Lo dice Silvio Berlusconi, a margine della seduta dell’Europarlamento, spiegando che Forza Italia comunque ha votato scheda bianca perché Sassoli è italiano. “Conte dice una grande bugia” quando parla di un suo ruolo nelle nomine: “l’Italia è assolutamente fuori dalla porta” (fonte Ansa).

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.

L’articolo Silvio Berlusconi show al parlamento europeo, autografa una maglia del Milan VIDEO sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Roma rompe con Inter, caso Barella blocca cessione Dzeko

Roma rompe con Inter, caso Barella blocca cessione Dzeko

Roma rompe con Inter, caso Barella blocca cessione Dzeko.
Foto ANSA/FABIO MURRU

ROMA – Mentre i rapporti di mercato tra Roma e Juventus vanno a gonfie vele, non si può dire lo stesso della relazione dei giallorossi con l’Inter. Tutti davano per scontata la cessione di Dzeko all’Inter, anche perché il bomber bosniaco vuole andare a Milano, ma il caso Barella ha incattivito i rapporti tra le due società. 

La Roma ha dato una ultimatum all’Inter: lascia stare Barella o non avrai Dzeko. Il centravanti bosniaco è ritenuto indispensabile da Antonio Conte anche perché  i nerazzurri stanno incontrando molte difficoltà, soprattutto economiche, nella trattativa per Romelu Lukaku del Manchester United. 

Il destino di Roma e Inter si è incrociato nell’affare Barella. L’Inter ha l’accordo con il calciatore, mentre la Roma ha l’accordo con il Cagliari come ammesso dallo stesso presidente dei sardi Tommaso Giulini con le seguenti dichiarazioni: 

«Mi sembra irrispettoso per il Cagliari parlare di asta per Barella – ha iniziato – e la situazione è molto chiara: l’11 giugno abbiamo raggiunto l’accordo con l’Inter sulla parte fissa del cartellino e penso che questa sia la cosa più importante in ogni trattativa. C’erano solo da discutere i bonus. Da allora però sono 20 giorni che non sentiamo l’Inter e non so se sia più interessata al ragazzo».

«Nel frattempo è arrivata una proposta della Roma ancora più importante e abbiamo chiuso con loro. Noi siamo soddisfatti. Barella andrà alla Roma? Adesso credo sia legittimo che il ragazzo si prenda due giorni per decidere il suo futuro. Lui non è mai stato orientato su nulla e non ha mai avuto accordi con nessuno: si sta semplicemente prendendo qualche giorno per valutare la nuova situazione. Speriamo che la questione si chiuda in fretta. Marotta ha alzato l’offerta stamani? Non l’ho visto».

Insomma, l’Inter ha strappato da tempo i sì di Barella e Dzeko ma le trattative con Cagliari e Roma sono sempre più tese e complicate. 

L’articolo Roma rompe con Inter, caso Barella blocca cessione Dzeko sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Juventus, Buffon torna a 41 anni. Ultimo anno da calciatore. Poi farà il dirigente

Juventus, Buffon torna a 41 anni. Ultimo anno da calciatore

Juventus, Buffon torna a 41 anni. Ultimo anno da calciatore. Foto ANSA/ MAURIZIO DEGL’INNOCENTI

TORINO – Gigi Buffon torna alla Juventus dopo “l’esilio dorato” di Parigi. Gigi Buffon ha maturato questa decisione perché il Paris Saint Germain gli aveva fatto sapere che non avrebbe puntato su di lui come titolare per il prossimo anno. Gigi Buffon è stato “bocciato” per la papera clamorosa che è costata l’eliminazione dalla Champions League al Paris Saint Germain. 

Il Psg lo aveva scelto per la sua esperienza a livello internazionale ma Buffon è mancato proprio nella partita più importante della stagione contro il Manchester United. Anche alla sua vecchia Juventus non è andata meglio visto che i bianconeri sono usciti poco dopo ai quarti di finale di Champions League. 

La coppia che era scoppiata ora si riforma nuovamente. Buffon torna alla Juve per tentare l’ultimo assalto alla Champions League prima di appendere gli scarpini al chiodo. La Juve è stata chiara con Buffon: non sarà il titolare. 

Gigi Buffon farà la riserva di Szczesny e avrà il suo spazio solamente se Sarri lo riterrà opportuno. Buffon ha 41 anni e deve accettare il ruolo di riserva. Allo stesso tempo, deve svolgere un ruolo di raccordo nello spogliatoio tra giovani e vecchi. 

Deve dimostrarsi un leader e deve cercare di spegnere sul nascere le polemiche che nascono nello spogliatoio. Insomma, per Buffon sarà l’ultimo anno da calciatore professionista ma sarà soprattutto un apprendistato fondamentale in attesa di iniziare la sua carriera da dirigente, la stagione successiva, tra le fila dei bianconeri. 

Andrea Agnelli ha accettato il suo rientro a Torino perché è convinto di renderlo un grande dirigente come l’ex calciatore della Juventus Pavel Nedved. Buffon dovrebbe andare ad occupare il vuoto lasciato da Marotta. Con il suo arrivo nei quadri dirigenziali, la nuova triade della Juventus sarà composta da Paratici, Nedved e Buffon con Agnelli a supervisionare il tutto da presidente del club. 

L’articolo Juventus, Buffon torna a 41 anni. Ultimo anno da calciatore. Poi farà il dirigente sembra essere il primo su Blitz quotidiano.