“Questa è un’attività di mera propaganda fatta a scopi elettorali, non va presa seriamente, va presa per quello che è, una pagliacciata, e noi rispondiamo con un re-branding, forse così gli piace di più. Abbiamo messo questa etichetta ‘canapa made in Italy’, perché è made in Italy, prodotta con i fondi anche europei, e magari con questa grafica nera gli piace di più, a ricordare che anche durante il fascismo la canapa era celebrata come eccellenza autarchica. Magari alla nostra premier piace di più in questo modo”. Lo ha detto Antonella Soldo, candidata di Stati uniti d’Europa alle Europee, nel corso di un flashmob a Montecitorio con il segretario di +Europa, Riccardo Magi, per protestare contro l’emendamento del governo al ddl Sicurezza che mette fuorilegge la cannabis light. Soldo ha mostrato le bustine con su sfondo nero il volto della premier, Giorgia Meloni, e la scritta ‘canapa made in Italy’, poi distribuite ai presenti. Magi ha anche sottolineato che “nelle altre democrazie occidentali si va in direzione opposta, il presidente Usa ad esempio in questo momento sta lavorando per declassificare la cannabis e anche in Germania si è legalizzata la produzione domestica”.

L'articolo Cannabis legale, davanti a Montecitorio distribuite bustine col volto di Meloni: il flash mob di Meglio Legale e +Europa proviene da Il Fatto Quotidiano.

Di F. Q.